Avevo già parlato, in un precedente post, del libro Guarda che me ne vado, di Sara Vannelli. Oggi torno a farlo, anche se solo marginalmente, per presentare un’applicazione che ho creato su Facebook. L’applicazione si chiama GUARDA CHE ME NE VADO ROULETTE. Si tratta di una selezione tra le migliori frasi ad effetto presenti nei racconti della scrittrice. Attraverso l’applicazione sarà possibile estrarre a sorte una frase alla volta e pubblicarla sulla propria bacheca, ottenendo» Leggi tutto!

Scrive nel buio più fitto,grazie a scampoli di lampione alleati.Urla al mondo dal luogo più angusto,segregato in un loculocucitogli addosso.Non un rumore:soltanto ora tarda e fatichesi fanno sentire.Potrebbe chiudere gli occhie dormire anche lui,ma non potrebbe sognare,così li punta sul foglio,come a fissarci dentro la rabbiacol pensiero e lo sguardo.Poi li alza al soffitto,che tiene il cielo al riparodalla sua furia.Saprebbe quasi volarcia sgozzare angeli indegni.Ma il foglio finisce,e l’ira trasloca a domani. Una pagina» Leggi tutto!

Spesso quello che si chiede a un libro è di intrattenerci. Sentimentale, horror, quello che conta è che soddisfi il desiderio di svago. A volte però ci si imbatte in un libro che va al di là, anche senza volerlo. Come l’arcobaleno, che dopo la pioggia non si mostra certo prevedendo di farlo. Guarda che me ne vado non raccoglie solo storie che meritano di essere scritte, ma racconti che pretendono addirittura di essere letti» Leggi tutto!

È difficile dire esattamente cosa si prova, quando un giorno all’improvviso ci si comincia a prendere sul serio. Non che non lo si sia mai pensato, non che non sia abbia mai capito l’importanza di farlo, ma è una questione di momenti. Forse le cose si fanno solo quando si è davvero pronti, ed io sono qui sorpreso di stare scrivendo questo primo post su un blog tutto mio, che ha il mio nome e» Leggi tutto!

Recensione di Non per sempre, libro di Roberto Pallocca Due storie che diventano una sola, due giovani che soffrono la perdita di un entusiasmo che non riescono più a trovare, che rimbalzano da un angolo all’altro della vita per inerzia, come senza motivo, non sapendo che questo li sta già portando verso la loro rinascita, la loro seconda opportunità. Il loro amore. Perché l’amore è come un grosso fiume. Ha la forza di muovere le» Leggi tutto!