Ultimi articoli dal blog:

Come funzionano Kiva e il microcredito

kiva microcredito
Tempo fa un’amica mi ha invitato a partecipare a Kiva, un’organizzazione internazionale no-profit, il cui scopo è aiutare le persone che hanno bisogno di soldi per realizzare un piccolo progetto. Attenzione perché non si tratta di beneficienza, bensì di microcredito. Il meccanismo, sostenuto da una Rete composta da tante piccole istituzioni e altre organizzazioni no-profit nel mondo, si basa su prestiti di piccola entità (a partire da $ 25) da offrire per finanziare l’attività delle tante persone iscritte a questi programmi. Ripeto, l’elemosina non c’entra nulla. Chi riceve i soldi, una volta raggiunta la somma necessaria, la investe e la mette a frutto per ottenere un surplus sufficiente per se stesso e per restituire all’investitore la quota versata all’inizio.
Fondata nel 2005, Kiva ha già dalla sua numeri consistenti, che spero possano rassicurare gli eventuali scettici sull’affidabilità del sistema. Grazie anche e soprattutto al contributo di 450 volontari in tutto il mondo, ad esempio, il sistema di microcredito di Kiva ha coinvolto finora oltre 750mila piccoli investitori come me, raggiungendo nel complesso una cifra superiore ai 300milioni di dollari. E per tutti quelli per cui “fidarsi è bene, non fidarsi è meglio”, la percentuale di restituzione è superiore al 98%
Bastano 5 minuti sul sito per capire come funziona il microcredito su Kiva dal punto di vista pratico. Una volta accreditati i propri soldi sul conto, si può scegliere il destinatario o i destinatari del nostro prestito. La lista dei potenziali fruitori è lunghissima, e può essere filtrata attraverso parametri come la nazionalità, l’area economica del progetto (agricoltura, terziario, etc), il sesso e così via. È anche possibile ordinare i candidati in base allo storico del loro tasso di restituzione, premiando i più fortunati o magari offrendo una seconda chance a quelli che lo sono stati di meno.
Un’idea molto intelligente e soprattutto utile sono i 25 dollari che Kiva offre ai nuovi iscritti. Se volete provare, potete ad esempio cliccare sul link relativo al mio profilo per risultare invitati da me e approfittare di questo “bonus di benvenuto”. 
http://www.kiva.org/invitedby/edoardosorani
Con questi 25 dollari in omaggio potrete prendere confidenza col sistema e scegliere il candidato, senza paura di sbagliare. Anche se in fondo, a prestare una piccola somma a una persona che ha un progetto, non si sbaglia mai.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>